diagonal header svg

Storie di Pulito

Come mantenere piumoni e trapunte igienizzati
Come fare
Da sapere

Come mantenere piumoni e trapunte igienizzati

16
July 2021

L'importanza di igienizzare periodicamente piumoni e copriletto

Vi verrebbe mai in mente di indossare una giacca o un cappotto per diversi mesi senza mai lavarlo, magari prendendo pure i mezzi pubblici tutti i giorni o sedendovi spesso sulle sedie di bar e ristoranti? No, vero?E' probabile però che facciate questa stessa cosa con piumoni e trapunte con cui vi coprite ogni notte. Sottovalutiamo infatti quello che succede quando appoggiamo casualmente sul letto il copriabito appena indossato di ritorno dal lavoro, la borsa della palestra, la valigia da disfare dopo un viaggio o semplicemente sedendoci sopra per allacciarci le scarpe. I batteri, lo sporco o semplicemente la polvere che circola normalmente in casa o entra dalle finestre finiscono per essere assorbiti e catturati dalle fibre di piumoni, trapunte e coperte.

Bene, ora che vi abbiamo messo la paranoia dell'igiene periodica dei piumoni e dei copriletto, come facciamo a pulirli spesso senza spendere un patrimonio? Di seguito i nostri consigli per mantenerli puliti e garantirne lunga vita, senza finire sul lastrico!

Consiglio #1: rimuovere settimanalmente la polvere

Se avete avuto la fortuna di crescere in presenza della nonna ricorderete, tra i vari oggetti di uso quotidiano con cui avete giocato almeno una volta, quella strana racchetta di legno intrecciata a mo' di pretzel con cui lei batteva regolarmente tappeti e coperte appesi allo stendino in cortile o sul balcone. Ecco, vi serve proprio quella cosa li, chiamata comunemente battipanni, per scuotere il vostro piumone e liberarlo almeno parzialmente dal pulviscolo vario che esso trattiene naturalmente. E' una operazione da fare all'aperto ma, se vivete in condominio, dovete fare attenzione: è spesso vietato battere tappeti, coperte e piumoni in balcone. Informatevi prima di essere ammoniti dalla signora del piano di sotto!

Consiglio #2: un runner per amico

Iniziamo con il dire che no, il runner non è l'amico appassionato delle corse alle 6 del mattino della domenica. Per intenderci, è quella specie di stretto copriletto che si trova nella parte terminale dei letti in hotel. Oltre ad essere un elemento decorativo, da abbinare a cuscini ornamentali per esempio, è utile perché ci puoi riporre abiti e borse e lavarlo anche spesso in lavatrice. Sempre che sappiate come si fa (leggi sempre l'etichetta di cura e occhio ai colori al primo lavaggio!), altrimenti ci pensa MamaClean. C'è un runner da letto per tutti i gusti, potete acquistarli anche all'Ikea o presso Coin casa, anche online.

Consiglio #3: lavarli in casa, che rischi!

Teoricamente tutto è possibile. Però se non avete una lavatrice da almeno 15kg, se non siete super esperti, se non avete un'asciugatrice o un locale lavanderia, se il capo in questione ha l'interno in piuma o l'esterno in lana, se, se, se... rischiate di fare un disastro, per non parlare dello spazio e del tempo che trapunte e piumoni necessitano per asciugare in un ambiente domestico. Soprassedete se non volete ritrovarvi un piumone con l'imbottitura umida e appallottolata a giorni di distanza, mentre muschi e licheni vi salutano rigogliosi dagli angoli della stanza umida.

Consiglio #4: questo è per chi pensa che al self service si risparmi

"Vado al self che risparmio". Se l'avete sentita e non siete stati voi a dirla, probabile che qualcosa negli ingranaggi del vostro buon senso abbia inizato a stridere al pensiero che per lavare un piumone o una trapunta in un self service si pagano 6/9 euro e per asciugarli 4/6 euro. Totale realistico dell'operazione: dai 12 ai 15 euro e "soltanto" un paio di ore del tempo che dicete sempre di non avere. Ora leggete il paragrafo che segue per capire quanto costa farlo fare a un professionista, così apprezzerete a pieno il paradosso del Self. Consigliamo il self service solo a chi è in situazioni disperate e necessita di lavare e asciugare il piumone immediatamente causa disgrazia improvvisa (tipo pipì del gatto) e in assenza di altre coperte disponibili.

Consiglio #5: lasciate fare a un professionista e fate le domande giuste!

Far lavare il piumone a un professionista serio è senza dubbio la scelta complessivamente più economica, perché risparmiate il vostro tempo, sicura per l'igiene del capo, perché i professionisti veri usano detersivi appunto professionali e macchine di dimensioni adeguate a detergere in profondità, nonché a minor rischio, perché se una lavanderia rompe o smarrisce è obbligata per legge a risarcirvi. In MamaClean, oltre a venire fino alla porta di casa e riportarvi il tutto pulito in pochi giorni a prezzi modici (18€ per il piumone matrimoniale, 16€ per il singolo), possiamo garantire che piumoni e trapunte sono lavati con grande cura. Come si verifica? Guardate l'uniformità della pulizia tra il centro e i bordi del capo, zona in cui nei lavaggi scadenti si accumula lo sporco in fase di centrifuga. Se però volete ancora farvi la faticaccia di portare il piumone in lavanderia, verificate almeno che si occupino direttamente del lavaggio e non utilizzino laboratori di cui non conoscono direttamente gli standard qualitativi. Spoiler alert: le chance che lavino davvero direttamente il piumone sono assai risicate.

Se sei alla prima volta con MamaClean hai diritto a uno sconto di 10€ con il codice sconto PRIMAVOLTA.

Registrati, aggiungi il piumone al carrello e magari aggiungi qualche altro capo che non fai lavare da un po': sopra i 35€ presa e riconsegna a domicilio sono gratis!
Per qualsiasi informazione sul servizio o per fare un ordine al telefono, contatta un Assistente Personale, siamo a tua disposizione!


Condividi l'articolo

Prossimi articoli

Come mantenere piumoni e trapunte igienizzati

Come mantenere piumoni e trapunte igienizzati

Scopri di più
4 semplici consigli per la cura e pulizia dei tuoi tappeti

4 semplici consigli per la cura e pulizia dei tuoi tappeti

Scopri di più