diagonal header svg

Storie di Pulito

4 semplici consigli per la cura e pulizia dei tuoi tappeti
Da sapere

4 semplici consigli per la cura e pulizia dei tuoi tappeti

16
July 2021

L'importanza di curare abitualmente il tuo tappeto


Vive con te da anni e spesso la sua storia ha radici lontane, ma adora farsi mettere i piedi in testa con la grazia silenziosa di un fedele compagno di vita domestica. Parliamo del tuo tappeto, il più discreto tra gli elementi che arricchiscono la casa e senza il quale un ambiente famigliare sembra improvvisamente denudato di tutto il suo calore. 

In lana, cotone, fibre naturali, sintetiche o bambù, i tappeti sono l’espediente ideale per rinnovare o dare tono agli ambienti interni con il minimo sforzo creativo e altissima flessibilità economica. Antichi o sulla cresta dell'ultima tendenza home decor, questi rendono facilmente la casa calda, accogliente e stilosa, perché questa pelosa strategia ornamentale non passa mai di moda e torna puntualmente ad essere protagonista di ogni trend di interior design alla soglia delle stagioni fredde.

Insomma, i tappeti sono un complemento d’arredo completo e intramontabile, ma ciò non toglie che la loro durata dipende da una cura e attenzione regolare che non riguarda il solo lavaggio. E se stai già sbuffando, niente panico: le accortezze per mantenerne l’aspetto sano, morbido e luminoso nel tempo sono alla portata di tutti e molto semplici da implementare, seppur in maniera ricorrente. 

Ecco come avere cura quotidiana del tuo tappeto e perché invece rivolgersi a MamaClean per una pulizia professionale e specializzata, le cui modalità sono descritte nel dettaglio nell’apposita sezione Tappeti e capi in pelle.


1. Spolvera il tappeto una volta a settimana

Il nemico più discreto ma insidioso dei tappeti è la polvere che, se lasciata posare per molto tempo, ne danneggia le fibre.
Prendersi cura di un tappeto non significa tascurarlo per mesi né tormentarlo ogni giorno con spazzolamenti e improvvide aspirazioni. Una volta a settimana basta passare l’aspirapolvere alla giusta potenza nel senso del vello o, se hai tappeti a pelo lungo (sintetico o in lana), puoi usare una scopa con setole corte e morbide per spazzare via lo sporco. Infine, nel caso di un tappeto annodato come quelli persiani, è vietato batterlo o esporlo ai raggi del sole per non deteriorarne le fibre naturali.

Almeno una volta l’anno (generalmente con l’avvento della bella stagione) è invece consigliabile affidarli ad esperti nel trattamento e cura di questi longevi articoli, così da assicurare loro una pulizia profonda e professionale.


2. Rimuovi subito le macchie senza strofinare

Un tappeto vissuto incontra almeno una volta ogni tanto macchie di cibo, vino, tè, caffè che cadono per sbaglio sulla sua superficie.

In questi casi, dovresti premurarti di rimuovere subito le tracce solide e assorbire i liquidi usando un panno bianco senza strofinare, altrimenti lo sporco penetrerà ancora più in profondità. In caso di permanenza di aloni, prova a passare delicatamente un panno impregnato con piccole quantità di acqua e aceto e rivolgiti subito a MamaClean se le macchie non vanno via: attendere lunghi periodi prima di intervenire renderà la pulizia solo più complessa.

 

3. Presta attenzione ad animali domestici e umidità

Batteri e impurità amano gli ambienti umidi e, specialmente in città piovose come Milano, è difficile evitare l’incontro tra le tracce di pioggia e tappeti situati in zone di passaggio. L’umidità però può comportare la rottura dei tappeti, per cui - ad esempio - è sempre bene non conservarli nei garage, nelle cantine o nei terrazzi, dove invece possono registrarsi bruschi e dannosi sbalzi di temperatura.

In realtà, anche i nostri amici a quattro zampe sono spesso portatori sani di parassiti che passano dall’animale agli strati più profondi del tappeto tramite sfregamento. Questi parassiti amano la lana, la seta e il cotone per cui, se lasciati indisturbati, si cibano dei tappeti che vanno incontro ad usura.


4. Rivolgiti ai professionisti almeno una volta l’anno

Per quanto accurate, quindi, le pulizie domestiche non scongiurano il deterioramento dei tappeti a causa di fattori ambientali, batteri o parassiti anche molto aggressivi come le tarme. 

Richiedere il lavaggio professionale del tuo tappeto con MamaClean è tanto importante quanto semplicissimo: scarica l'app o visita il sito, registrati e seleziona l’articolo “Tappeto al kg” che trovi in categoria Casa, indicandone il peso presunto. Se non sai quanto pesa, non ti preoccupare: rileveremo il peso certificato al termine dei trattamenti e te lo comunicheremo, aggiornando conseguentemente il totale dell'ordine, nella nostra e-mail “Il tuo ordine è pronto”. 

Durante la prenotazione potrai decidere già giorno, ora e luogo di ritiro e di consegna a domicilio e i nostri Autisti si premureranno di salire al piano per prelevare e restituire il tappeto. 

Ritiriamo i tappeti anche in giornata, a casa o in ufficio in tutti gli oltre 40 comuni delle provincie di Milano e Monza. Bastano in media due settimane per riceverli come nuovi, senza muovere un dito!

Ricorda infine che sul primo ordine hai 10 euro di sconto inserendo il codice coupon BENVENUTO; in caso di domande puoi sempre contattare un Assistente Personale per chiedere un preventivo o inoltrare l'ordine al telefono.


Condividi l'articolo

Prossimi articoli

Come mantenere piumoni e trapunte igienizzati

Come mantenere piumoni e trapunte igienizzati

Scopri di più
4 semplici consigli per la cura e pulizia dei tuoi tappeti

4 semplici consigli per la cura e pulizia dei tuoi tappeti

Scopri di più