diagonal header svg

Storie di Pulito

Saldi invernali: come fare acquisti più consapevoli
Come fare
Da sapere

Saldi invernali: come fare acquisti più consapevoli

9
January 2023

Saldi invernali 2023: verso nuove consapevolezze?

Finalmente è arrivato il momento di fare un po’ di shopping. Dai maglioni evergreen ai capispalla must-have di quest’anno, i saldi invernali 2023 si fanno spazio, diventando un momento imperdibile per rinnovare il proprio stile e il proprio guardaroba! Ma come affronteremo l’arrivo dei saldi invernali quest’anno? Una domanda non affatto banale, considerando la crisi economica e l’inflazione galoppante (senza dimenticare gli acquisti anticipati durante il Black Friday). 

Eppure, negli ultimi tempi, i saldi sembrano aver perso parte dell’appeal che avevano in passato. Questo perché i comportamenti d’acquisto sono cambiati. Di fatto, se da una parte c’è un bisogno irrefrenabile di novità, dall’altra c’è un interesse crescente per il vintage e il second-hand, due mercati che consentono di comprare capi di qualità a prezzi accessibili e in maniera sostenibile. E quindi, i saldi invernali 2023 potrebbero rappresentare l’occasione perfetta per riflettere sull’effettivo valore dei capi che acquisti e indossi ogni giorno. 

Ecco una breve guida per affrontare al meglio i saldi invernali 2023. 

3…2…1… Saldi!

#1: Quanto conosci il tuo armadio?

Come non si dovrebbe mai fare la spesa a stomaco vuoto, così non si dovrebbe fare shopping senza sapere cosa c’è già nel proprio guardaroba. Perché quello che deciderai di acquistare dovrà semplificarti la vita e non complicarla costringendoti a comprare nuovi capi che probabilmente indosserai una volta sola (spendendo più del dovuto). E dunque, quando ti troverai davanti ad un capo che vorresti fosse tuo, pensa sempre a tutti i possibili abbinamenti che potresti fare una volta acquistato. E vedrai, ci ringrazierai! 😉

#2: Il tuo stile ti porterà lontano!

La regola numero uno per avere stile è essere sé stessi. Ed è un concetto che va ben oltre lo stile personale: è una delle regole che tutti dovremmo seguire durante i saldi per scegliere quello che ci rappresenta meglio e ciò che siamo più sicuri di poter indossare.  

#3: Lasciati ispirare dal vintage!

Se pensiamo allo scenario variegato delle piattaforme di acquisto per molte categorie merceologiche, bisognerebbe sempre tener presente la possibilità di ammortizzare il costo dei capi che vorremmo acquistare mediante l’utilizzo di piattaforme second-hand, o negozi vintage di fiducia. Infatti, oltre a contribuire ad un armadio circolare, fare acquisti di seconda mano è un’ottima alternativa per trovare capi interessanti in buone condizioni senza dover sottostare ai meccanismi e ai tempi del retail.

PRENOTA ORA!

E a proposito di vintage…

Secondo una ricerca condotta da BVA Doxa, il valore del mercato second-hand nel 2021 è stato di 24 miliardi di euro, pari all’1,4% del PIL nazionale italiano, coinvolgendo quasi 23 milioni di cittadini. Dunque, secondo quanto riportato dalla ricerca, il second-hand non costituisce più una seconda scelta, poiché il 66% degli acquirenti italiani ha ricercato oggetti usati nel 2021. 

Sono diverse le piattaforme Made in Italy di marketplace second-hand che si contraddistinguono oggi, soprattutto tra la generazione Z, sempre più attenta alla sostenibilità e più propensa ad acquistare prodotti di seconda mano. Ma sai cosa caratterizza particolarmente queste piattaforme? La praticità e la rapidità di utilizzo, che in pochi passaggi, consentono di creare una vera e propria vetrina virtuale per i capi che non indossiamo più.

Ecco alcune delle piattaforme Made in Italy per acquistare e vendere second-hand:

Depop: L’app per vendere e comprare capi artigianali e vintage, fondata a Treviso nel 2011 da Simon Beckerman. Ma come funziona? La piattaforma Depop è utilizzabile sia da browser che da app su mobile, per scambiare e acquistare capi, scarpe e accessori di seconda mano. Ma non solo, la piattaforma Made in Italy per eccellenza, ha anche una vetrina dedicata all’oggettistica vintage e ai fumetti. A questo punto non ti resta che iscriverti gratuitamente e  cominciare a vendere e/o acquistare i prodotti di tuo interesse.

Lampoo: una piattaforma fondata a Milano nel 2019, con lo scopo di estendere il ciclo di vita e preservare il valore di ogni capo di qualità, contribuendo così a costruire il futuro per una moda sostenibile. Lampoo è quindi una piattaforma di rivendita dove puoi sia vendere quei capi griffati che non utilizzi più e di cui vuoi liberarti recuperando una buona parte del prezzo d’acquisto, oppure acquistare prodotti second-hand a prezzi vantaggiosissimi e, ovviamente, in ottime condizioni. È possibile anche acquistare e vendere capi second-hand all’interno della loro boutique milanese, situata in zona Brera, cuore pulsante del luxury Fashion. 

Dresso: un’altra piattaforma tutta Made in Italy è Dresso, con sede a Firenze, fondata nel 2020 da Albano Scavo e Enrico Pietrelli; è oggi la piattaforma social che si propone di rendere piacevole l’esperienza d’acquisto di capi second hand. In effetti, chi decide di fare shopping su Dresso, ha la certezza di mettere nel suo armadio una borsa originale o un vestito di una grande griffe, nel modo più sostenibile. In Dresso l’esperienza di acquisto promuove l’interazione tra le persone, creando una vera e propria community dove ogni membro può mettere like, commentare, condividere e visitare altri profili e guardaroba, salvare i preferiti e ricevere un avviso per i prodotti comprati o venduti.

Bivio Milano: infine, se hai stile da vendere (in tutti i sensi), ti consigliamo di fare un salto da Bivio Milano. Un altro second-hand store milanese, fondato da Hilary Belle Walker, milanese di adozione, originaria di San Francisco, dove la formula è quella del “buy-sell-trade” che ha avuto già successo a New York e sulla West Coast. All’interno dello store puoi anche vendere abiti e accessori in cambio di contanti, o scambiarli, attraverso un buono sconto. I capi portati in negozio vengono selezionati dai buyer, quelli scartati, se non vuoi riportarli a casa, vengono dati in beneficenza direttamente da BIVIO Milano. E se non dovessi trovarti a Milano, non preoccuparti, perché Bivio Milano offre la possibilità di acquistare e vendere online sul proprio sito ufficiale.

PRENOTA ORA!

#5: Ad ogni guardaroba circolare la sua lavatrice sostenibile

Ogni capo che acquisti merita le giuste attenzioni, così come il pianeta merita di essere ripulito dalle microplastiche che vengono scaricate in mare ogni giorno. Affidare a dei veri professionisti il tuo bucato, non solo ti permetterà di prolungare la vita dei tuoi capi e aiutare il pianeta, ma anche di risparmiare tempo prezioso per fare ciò che ami di più! Nell’atelier MamaClean i tuoi capi vengono trattati con estrema cura dai nostri esperti artigiani grazie all’esperienza pluridecennale nel settore, unita alla tecnologia di macchinari d’avanguardia. Ogni tessuto viene trattato con detersivi estremamente delicati, così da rispettare il ph della pelle e non danneggiare i tuoi capi. Inoltre, le lavatrici professionali sono dotate di filtri che consentono di bloccare le microplastiche in misura maggiore rispetto alla lavatrice domestica. Che aspetti? Scegli MamaClean e liberati del bucato: risparmierai acqua, energia e tempo prezioso! 

Sei un nuovo cliente? 

Hai diritto ad uno sconto del 10% con il codice WELCOME10 e ricorda che sopra i €20 presa e riconsegna a domicilio sono gratis!

Per qualsiasi informazione sul servizio o per fare un ordine al telefono, contatta un Assistente personale, siamo a tua disposizione!

PRENOTA ORA!

Condividi l'articolo

Prossimi articoli

Popolazione che invecchia: opportunità o sfida?

Popolazione che invecchia: opportunità o sfida?

Scopri di più
 Perché stendere il bucato in casa fa male?

Perché stendere il bucato in casa fa male?

Scopri di più