diagonal header svg

Storie di Pulito

3 consigli per lavare i tuoi capi in cashmere senza rovinarli
Come fare
Da sapere

3 consigli per lavare i tuoi capi in cashmere senza rovinarli

8
November 2022

Cashmere: come trattare e mantenere nel tempo questo tessuto

Ti riscalda nei mesi più freddi dell’anno, il suo tessuto è morbido e caldo, ma soprattutto molto pregiato. Sì, hai indovinato: stiamo parlando del cashmere! Un tessuto delicato e particolarmente sensibile ai trattamenti frequenti in lavatrice. Un capo di questo tessuto può durare davvero a lungo se ben trattato, a mano o in lavatrice; le fibre di questo tessuto necessitano di attenzioni specifiche a partire dalla scelta del capo, fino al lavaggio e alla conservazione.

Sebbene la scelta di un capo in cashmere richieda esperienza, in questo articolo ti suggeriamo alcuni semplici trucchetti per riconoscerlo, trattarlo e mantenerlo al meglio nel tuo guardaroba! 

#1: Come riconoscere un buon cashmere e i benefici di questo tessuto

Sebbene il cashmere sia un tessuto molto delicato, la sua durata può estendersi fino a vent’anni, e forse anche oltre. Bisogna solo saper scegliere quello giusto e poi prendersene cura nel modo adeguato, ma questo lo vedremo nel paragrafo successivo. 

Controlla sempre l’etichetta

La prima cosa da fare per controllare la qualità del cashmere è leggere attentamente l’etichetta. Inoltre, questa fibra è conosciuta e apprezzata in tutto il mondo per le sue notevoli proprietà termiche. Oltre ad essere morbido e setoso al tatto, il cashmere mantiene caldo il corpo e garantisce ottime performance termiche.

Prima di tutto, ti consigliamo di verificare se si tratta di un’etichetta originale e poi, di controllare le cuciture in modo che non risultino tanto differenti da un capo all’altro. Dopodiché è bene controllare la percentuale di cashmere presente sull’etichetta. Acquistare un brand riconosciuto nel settore è, di certo, la prima garanzia di qualità che potrai ricevere. E proprio perché non tutti i cashmere sono uguali, bisogna saper riconoscere le sue fibre al tatto: più saranno lunghe e meno pilling si formerà. Il buon cashmere migliora lavaggio dopo lavaggio e mantiene sempre la sua forma originale negli anni, quindi tutto sta nella scelta d’acquisto iniziale. 

Il pilling non ti farà più paura!

Il pilling è la formazione di pallini di tessuto sui capi, è del tutto normale nei primi tempi di utilizzo. Questo si verifica perché le fibre più corte fuoriescono dalla trama del tessuto, ma con i lavaggi e una buona conservazione dei capi, queste fibre cadono, rigenerandosi in seguito ad ogni lavaggio, e il pilling sparisce. Un altro rimedio per rimuovere quei pallini fastidiosi è l’utilizzo di una spazzola in velluto.

PRENOTA ORA!

#2: Come lavare il cashmere

Quando si acquista un capo realizzato con un tessuto pregiato come il cashmere, ci si chiede subito come lavarlo, evitando di rovinarlo. Il lavaggio di questo tessuto deve essere effettuato con molta cura, prestando attenzione a non inserirlo con altri capi sporchi in lavatrice. Il metodo più diffuso è il lavaggio  a mano: in questo caso, come in lavatrice,  i capi andranno sempre separati. Vediamo come procedere:

  1. Immergi il capo in acqua tiepida (non superiore a 30 gradi) e aggiungi del detersivo per capi delicati;
  2. Strofinalo delicatamente con le mani, evitando di comprimerlo; 
  3. Non strizzarlo e tienilo sempre lontano da fonti di calore. Avvolgi il tessuto in un asciugamano e stendilo;
  4. Non stirarlo, a meno che non sia un ferro a vapore e a temperature molto basse (per questo è sempre meglio affidarsi a dei professionisti!).

Il lavaggio in lavatrice, invece, è sempre molto rischioso, poiché i capi potrebbero restringersi e irrigidirsi. Prediligi programmi di lavaggio brevi e delicati, riducendo al minimo i giri di centrifuga. Ad ogni modo, il lavaggio domestico in lavatrice non assicura il buon mantenimento dei capi.

#3: Come conservare a lungo il tessuto

Una volta terminata la stagione invernale, i capi in cashmere devono essere lavati, igienizzati, ben asciugati e poi riposti nell’armadio, in modo da essere sempre protetti durante la stagione calda. Ti suggeriamo di proteggere i tuoi capi in cashmere con rivestimenti o custodie di vario tipo, a seconda delle tue preferenze, e di sistemarli in un luogo fresco e asciutto al sicuro dalle tarme (per saperne di più clicca qui).

PRENOTA ORA!

Affidati a dei professionisti

La cura e il trattamento dei capi in cashmere richiedono tempo e dedizione e, nonostante tutto, non vi è alcuna certezza che i capi di questo tessuto pregiato possano durare a lungo. Per questo è meglio affidarsi a dei professionisti. Con MamaClean riceverai direttamente a casa tua i capi lavati, piegati e imbustati singolarmente, pronti da riporre nel tuo armadio! Ma non finisce qui, perché grazie alla collaborazione con Vernel, riceverai a casa tua anche i sacchetti profumati da riporre nell’armadio o nei cassetti. Così i tuoi vestiti saranno profumati per tutto l’inverno! Per riceverli, ti basterà inserire un ordine MamaClean. Ma affrettati, le scorte non sono infinite!

*L'iniziativa è valida in tutti i comuni coperti dal servizio a partire dal 08/11/22 e fino ad esaurimento scorte

Sei un nuovo cliente? 

Hai diritto ad uno sconto del 10% con il codice WELCOME10 e ricorda che sopra i €20 presa e riconsegna a domicilio sono gratis!

Per qualsiasi informazione sul servizio o per fare un ordine al telefono, contatta un Assistente personale, siamo a tua disposizione!

PRENOTA ORA!

Condividi l'articolo

Prossimi articoli

Popolazione che invecchia: opportunità o sfida?

Popolazione che invecchia: opportunità o sfida?

Scopri di più
 Perché stendere il bucato in casa fa male?

Perché stendere il bucato in casa fa male?

Scopri di più